News

Idromiele biellese

L’Idromele Biellese di Alessio Vaccari: il nettare degli sposi nella leggenda.

Oggi Vi raccontiamo la storia di …

una bevanda antica, di un giovane di oggi e di sperimentazione: l’Idromele Biellese di  Alessio Vaccari.

Grazie all’esperienza maturata nell’Orto Botanico di Oropa e ad una passione personale per questo prodotto particolare, ormai da qualche anno questo giovane imprenditore prosegue nella produzione e nella ricerca di nuove tipologie di Idromele .

E’la bevanda alcolica fermentata più antica del mondo. Prima ancora dello sviluppo dell’agricoltura si scoprì infatti che raccogliendo il miele, in greco meli, e miscelandolo con l’acqua, in greco Hydor, come per magia il composto veniva trasformato in una pozione dagli straordinari poteri.

Ci svela Alessio che la Luna di miele, secondo leggende di epoca medievale, prenderebbe il nome proprio dalla somministrazione di Idromele agli Sposi in una fase lunare propizia subito dopo il matrimonio quale garanzia di   fertilità e prosperità alla coppia.

Oggi è possibile ottenere un idromele estremamente raffinato che rispecchia tutte le qualità del miele originario arricchite di aromi secondari sviluppati dal lievito in fase fermentativa.

E’ quindi una bevanda con grado alcolico variabile tra 6 e 18° Vol., naturale come vino, birra o sidro; può essere secco o dolce, frizzante, invecchiato, con frutta o spezie.

La richiesta dei consumatori va aumentando negli ultimi anni, uscendo da nicchie di frequentatori di feste celtiche, festival medievali e fantasy, in quanto è ottimo consumato con tutto ciò che sa di miele ma si può apprezzare molto in abbinamento, oltre ai classici dolci e biscotti, al lardo con le castagne, ai formaggi, come aperitivo con gli stuzzichini e soprattutto con le carni grigliate.

Anche da meditazione, servito in un calice fresco di cantina, l’Idromele Biellese rende possibile distinguere le essenze raccolte dalle api e anche i raffinati aromi secondari derivati dalla fermentazione.

Come lo scorso anno, durante tutte le sei domeniche del Mercatino degli Angeli L’Idromele Biellese  di Alessio Vaccari Vi stupirà con il suo particolare gusto aromatico e Vi indurrà a regalare o regalarVi una ‘esperienza degustativa unica.

 

seguici su

 

 

Condividi sui Social!

Gioielli di bigiotteria fatti a mano ispirati alla natura e ai colori del bosco

Oggi Vi raccontiamo una storia di …

amore per i colori del bosco, dei prati, delle foglie, delle castagne, delle bacche e delle pigne che ritroviamo nelle creazioni di bigiotteria fatte a mano di Diana Scagni.

Esperta nel settore informatico, cominciò a confezionare artigianalmente per sé orecchini

cinque anni fa per poi decidere insieme ad un’amica di provare a proporli anche ad altri.

Secondo Diana “Ogni mercatino è una piccola lezione di vita: incontri delle persone straordinarie che ti motivano, ti stimolano ad andare avanti, ti chiedono cose a cui mai avevi pensato…. c’è uno scambio pazzesco di idee e gusti che ti portano a cercare di essere sempre più originale e a sperimentare nuovi materiali diversi.

Anche l’allestimento del banchetto varia ogni volta …ogni mercatino ha una sua atmosfera che ti ispira un’emozione differente…”

Partecipa per la prima volta al Mercatino degli Angeli che ha apprezzato molto da visitatrice in una precedente edizione e ci dice di essere profondamente affezionata alle Alpi Biellesi, luoghi del cuore che frequenta fin da piccola, avendo una casa di famiglia in zona.

Ha intenzione di portare gioielli di bigiotteria ispirati alla natura e ai colori autunnali a cui è molto legata, prodotti con i materiali piu’ disparati tra cui pietre dure, ceramiche artigianali, vetro e   anche qualcosa di acrilico con cui crea giochi di colore unici.

Troverete Diana nella sua casetta addobbata con ghirlande di doni del bosco per tre domeniche: 10 e 24 novembre e 8 dicembre.

Condividi sui Social!

Quest’anno arrivano a Sordevolo gli Eco-Giochi di LUDOPUZZLE, per fare crescere i piccoli e far tornare piccini i grandi.

Per la prima volta a Sordevolo, quest’anno al Mercatino degli Angeli  durante tutte le sei domeniche in ben due Piazze verranno insediate installazioni interattive di eco-giochi in legno di grandi dimensioni, dedicati a tutta la famiglia.

L’Associazione Culturale LUDOPUZZLE di Granada in Spagna porterà una selezione di una trentina di giochi, per un pubblico ampio: giochi di equilibrio, altri più dinamici, tutti studiati per coprire una vasta gamma di gusti di grandi e piccini!

LUDOPUZZLE, da oltre 18 anni si occupa dell’ideazione e della fabbricazione di giochi, di diverse tipologie, utilizzando il legno come materiale principale, basati su principi molto semplici, senza l’uso di pile e plastica, anche fatti di materiali di scarto e di recupero che permettono di interagire con gli altri partecipanti creando un’atmosfera magica e divertente, rispolverando il piacere puro del gioco e delle sfide tra generazioni.

Antonio De Filippis, Fondatore e Presidente, ci dice che la loro produzione nasce da un’idea di centralità della persona, bambino o adulto, quale “attore attivo” del gioco .

Avendo partecipato in diversi paesi della Comunità Europea ad oltre 500 eventi di ogni tipo, quali Festival, Rievocazioni Storiche, in Centri educativi ecc…  i progettisti hanno potuto vedere che con queste tipologie di intrattenimento, senza stimoli elettronici visivi o sonori, vengono sviluppate  diverse abilità cognitive e riflessive, incrementando la concentrazione e potenziando la capacità immaginativa.

E’ fantastico vedere che, anche in mezzo alla confusione, adulti e bambini, dai 6 ai 99 anni, hanno l’istinto, innato in ogni essere umano, di competere con sé stessi e con gli altri, estraniandosi e concentrandosi, come fossero in una isola deserta.

Vi aspettiamo quindi tutti per scoprire di persona questa novità dell’edizione 2019 ricordandoVi che come dice

Pablo Neruda “Il bambino che non gioca non è un bambino, ma l’adulto che non gioca ha perso per sempre

il bambino che ha dentro di sé”

 

 

Condividi sui Social!

Il riciclo creativo di Simonetta Canta: prima bevi il caffè e poi indossi il gioiello

Oggi vi raccontiamo la storia di…
…Simonetta Canta di San Martino Canavese che è portatrice sana di una passione davvero encomiabile: il riciclo creativo delle capsule esauste di caffè Nespresso.
Sperimentando prima per sé stessa, poi per amici, parenti e colleghi, la sua passione è andata crescendo fino ad intraprendere una vera produzione artigianale di collane, orecchini, bracciali, vasi di orchidee, calamite ferma tenda, palline natalizie decorative, angioletti e tanti altri oggetti ancora. Incoraggiata da un’amica, espositrice abituale, ormai da cinque anni mostra con entusiasmo le sue creazioni in numerosi mercatini nel Nord Italia, raccogliendo sempre stupore e consenso da parte dei visitatori.
Le piccole cialde di alluminio, ci dice Simonetta, continuano a stimolare la sua fantasia per la varietà della gamma di colori – specialmente l’azzurro di cui si dichiara una fan – e per la duttilità della lavorazione. La pazienza sta nel raccoglierle, pulirle, lavarle e sterilizzarle per dare loro nuova vita in oggetti decorativi davvero unici.
Queste realizzazioni sono difficili da descrivere: vanno viste e toccate per apprezzarle al meglio. Troverete parure composte da collane, orecchini e anello, vendibili anche separatamente, moltissimi modelli di orecchini e altre novità, che non sveliamo, a Sordevolo il 10 e 17 novembre e il 1° dicembre.

– Cara Simonetta, tre cose che le piacciono del Mercatino degli Angeli?

– Ho sempre apprezzato, sia da visitatrice che da ospite, l’idea del nome, l’attenzione al gluten free e l’alta selezione degli espositori con prodotti vari e di spiccata qualità.

Condividi sui Social!

Profumi e sapori perduti nei Liquori ritrovati da LA CULMA

Oggi Vi parliamo di

…una storia di passione per le tradizioni delle Alpi Biellesi ma anche di condivisione e di quotidianità: è quella di Roberto Zulato, proveniente dal settore tessile, che con la moglie, Michela Trombini, ha dato vita al Microliquorificio LA CULMA di Cossato.

Un attaccamento che si concretizza attraverso gli anni, prima in una metodica raccolta di cartoline e testi di varie ricette fino ad arrivare alla sperimentazione e alla trasformazione in una professione con la mission di far conoscere o riscoprire antichi sapori ormai dimenticati.

La crescita progressiva del laboratorio, visitabile, e la continua ricerca hanno un punto saldo nel concetto di artigianalità del prodotto: tutta la filiera, dalla raccolta delle materie prime, alle lavorazioni, fino ad arrivare al packaging, vengono rigorosamente effettuate a mano.

Ritroviamo inoltre il loro legame con il territorio anche nel nome e nel logo scelti per l’azienda: la Culma in dialetto biellese infatti significa “la parte più alta della collina”, ma soprattutto nella selezione delle materie prime, il più possibile a km 0, come le erbe aromatiche coltivate direttamente, il miele di Cossato per la grappa, lo zafferano di Coggiola per il liquore e perfino nei nomi dei prodotti, che ne  rappresentano  storia od origine, come ad esempio il Culmino , antica ricetta riscoperta di liquore  alle erbe tipiche delle Alpi Biellesi .

I liquori prodotti sono tutti naturali: non vengono usati coloranti o essenze, mantenendo così i profumi e i colori di un tempo, con il risultato di una massima esaltazione dei sapori. La produzione artigianale consente anche una completa personalizzazione sia delle etichette, che della lavorazione conto terzi per altre aziende agricole che forniscono loro materie prime, consentendo così una continua e proficua sperimentazione.

“Signora Michela, cosa ci dice del Mercatino degli Angeli? “

“Sordevolo è un comune fantastico, con bellissime manifestazioni tutto l’anno. Quello degli Angeli è un Mercatino carino, va visto, vissuto, per l’atmosfera, i colori e le proposte di qualità degli espositori, già venivo come visitatrice,,,,, ora sono ormai quattro anni che ci ritorno come ospite!  Ovviamente puntiamo sempre sul nostro territorio ……  non possiamo certo mancare!

Li troverete tutte le date del Mercatino alla Casetta 21!

 

 

 

Condividi sui Social!
biblioteca

Storia, territorio e tradizione: vi presentiamo la Biblioteca Comunale di Sordevolo

 

Il libri raccontano storie e tradizioni: sono oggetti preziosi che ci accompagnano sul sentiero della storia e della conoscenza.

A Sordevolo c’è un luogo che racconta tutto questo, tra le pagine di migliaia di volumi, custodi silenziosi di tanto sapere.

Si tratta della Biblioteca Comunale di Sordevolo, oggi in gestione al Volontario Sig. Alberto Castellano. Questo luogo è un edificio storico e vanta un ricco patrimonio di circa 6.000 volumi. In questa Biblioteca di paese è addirittura presente un gonfalone storico della società operaia.
All’interno di questo scrigno di cultura sono custoditi tanti volumi che raccontano il territorio, il Biellese, la Passione di Sordevolo e la Grande Guerra.

È grazie ad Alberto che la Biblioteca può rimanere aperta. Lui ed è impegnato nel creare iniziative sempre più importanti per attrarre persone e avvicinare i ragazzi a questo straordinario mondo. È infatti solito organizzare pomeriggi di lettura e momenti musicali.

Vi invitiamo a scoprire questo angolo culturale di Sordevolo, anche nei giorni di Mercatino, in quanto scenario della Pesca di Beneficenza.
Vi aspettiamo! Non mancate!!

 

Condividi sui Social!
miniature

Livio e le sue fantastiche miniature

La montagna per l’uomo è da sempre una grande fonte di ispirazione. Tra le alte vette i pensieri e la creatività sono liberi vagare, esplorare nuove idee e raccontare storie bellissime.

Parlando di montagna e creatività non possiamo non parlarvi di Livio Mondin, ex muratore oggi in pensione. È di Pollone ed è un appassionato di rifugi, tanto da riprodurli fedelmente, nei minimi particolari attraverso le sue creazioni…

Ecco cosa ci ha raccontato di lui:
«La mia passione parte proprio dal Rifugio Coda, nel Biellese. Questo rifugio si trova sullo spartiacque tra la Valle d’Aosta e il Biellese: lungo le creste si gode di uno straordinario panorama sui monti Rosa, Bianco e Gran Paradiso e sulla catena alpina fino alle Alpi Marittime e Liguri.
Proprio da qui è partito tutto. Era il periodo tra il 1976 e il 1982 quando ero il gestore del rifugio.
L’ho vissuto in ogni suo minimo dettaglio. E così ho creato il mio primo rifugio in miniatura che ho donato alla proprietaria, la quale, non andando più al rifugio da tempo, mi disse: “Che bello così finalmente me lo posso vedere tutti i giorni!”»

E così nacque questa sua grande passione, che non si fermò mai.
Da allora riproduce rifugi, cascinali tipici del Biellese, baite d’alpeggio. Li riproduce tanto fedelmente quasi da sembrare fotografati. Sono creazioni ricche di di movimento e di particolari, come ad esempio le costruzioni pericolanti; uniche nel loro genere.

Il Mercatino è per lui come una grande famiglia.
Viene da sempre, da 17 edizioni; e dice che non può assolutamente mancare.

Non perdetevi Livio e le sue straordinarie miniature, ideali per idee regalo originali!!
Vieni a trovarci al Mercatino degli Angeli! Non mancare!

 

Condividi sui Social!
pollo arancia

Menù di domenica 9 dicembre

Bresaola
Insalata russa alla monferrina

Ravioli al ragu’ bianco

Pollo all’arancia
Con finocchi brasati

Formaggio
Dolce

 

Bicchiere di vino rosso
Caraffa di vino rosso
Acqua

 

Il pranzo verrà servito dalle ore 12:00 presso la sede “Alpini”

Per info e prenotazioni:
ristorazione@ilmercatinodegliangeli.it
cell. 375 5144744

Condividi sui Social!
polenta concia

Menù di sabato 8 dicembre

Affettati misti
Insalatina di verza con acciughe

Polenta concia

Spezzatino di manzo e salsiccia
con contorno di piselli

Formaggio
Dolce

 

Bicchiere di vino rosso
Caraffa di vino rosso
Acqua

 

Il pranzo verrà servito dalle ore 12:00 presso la sede “Alpini”

Per info e prenotazioni:
ristorazione@ilmercatinodegliangeli.it
cell. 375 5144744

Condividi sui Social!
presepi

Oggetti e decorazioni natalizie fatti a mano

Creare con le proprie mani oggetti e decorazioni è una grande soddisfazione che reca dietro di se grande impegno, costanza e passione.

A tal proposito oggi vi parliamo della Signora Daniela Fava, grande appassionata di creta e di oggetti fatti a mano.

I suoi prodotti sono angeli in creta, decorazioni per l’albero di Natali e i piccoli presepi, tutti da collezionare…
Lei ci racconta che a volte, da vera creativa, abbina tecniche differenti come ad esempio la creta e il ricamo… Il risultato sono originalissime idee regalo da non lasciarsi sfuggire!

Le sue creazioni sono tutte rigorosamente fatto a mano; ed ogni anno si accinge a preparare tante novità. Naturalmente quest’anno al Mercatino ha portato tante idee nuove da non perdere!
Ecco cosa ha detto di noi:
“Del Mercatino degli Angeli mi piace tutto; l’organizzazione e l’atmosfera!
Ci vengo sempre molto volentieri!”

Non perdetevi le fantastiche idee regalo di Daniela!
Vi aspettiamo a Sordevolo!!

 

 

Condividi sui Social!